La Qualità 4.0: una rivoluzione veloce

Perché la Qualità 4.0 sarà una rivoluzione veloce

Tutte le trasformazioni che servono per mettere in moto l’approccio Qualità 4.0 sembrano far presagire la necessità di tempi lunghi per la realizzazione dell’approccio stesso. Basti leggere il nostro articolo sulle caratteristiche necessarie per la Qualità 4.0 e l’articolo sulle condizioni sufficienti.

Al contrario, si possono osservare o prevedere una serie di fattori destinati a rendere in realtà molto più veloce del prevedibile la rivoluzione dell’approccio alla Qualità.

Primo fattore di velocità. La quarta rivoluzione industriale avrà un impatto elevato con un tasso di sostituzione dell’hardware molto più limitato rispetto alla terza. Comparando le quattro rivoluzioni industriali è possibile notare come la prima, legata alla introduzione della macchina a vapore, abbia segnato un tasso di sostituzione pari al 100%. Al contrario della seconda, collegata all’introduzione dell’elettricità, che ha imposto l’introduzione dei nastri trasportatori e cinghie di trasmissione ma ha consentito la conservazione di molti impianti (circa 10/20% di sostituzioni).  la terza rivoluzione industriale ha indotto una nuova ondata di sostituzioni (80/90%), grazie all’invenzione delle moderne macchine industriali che possono spesso facilmente essere collegate tra di loro. Oggi l’affermazione dei sistemi cyberfisici nell’ambito della quarta rivoluzione industriale mostra un tasso di sostituzioni di non oltre la metà rispetto alla terza, proprio alla luce di questa caratteristica di longevità delle macchine introdotte durante la rivoluzione precedente.

Secondo fattore di velocità. Le tecnologie informatiche che sono necessarie per l’approccio Qualità 4.0 stanno affermandosi nel mercato ad un ritmo di crescita molto elevato. L’invadenza pervasiva delle tecnologie Big Data, sospinte dal ridotto costo del potere computazionale, dello storage e dei sensori, delle soluzioni Internet of Things e Machine To Machine e delle tecnologie Cloud si unisce infatti alla intelligenza degli Analytics, con algoritmi sempre migliori basati su quantità di dati sempre più estese, e alla novità dirompente della collaborazione tra uomo e robot, sta portando ad una serie di innovazioni combinate tra di loro e con un impatto sempre più forte.

Terzo fattore di velocità. L’impatto delle tecnologie informatiche è tanto più forte in quanto esse consentono oggi di ricostruire in ambiente digitale tutto il flusso di informazioni sul prodotto attraverso l’intero ciclo di produzione. Dalla fase di ricerca, progettazione e design agli approvvigionamenti fino alle fasi di produzione, distribuzione, servizio e sostituzione, moltissimi fenomeni possono essere simulati e previsti insieme alle loro cause prima che accadano nella vita reale. La padronanza di tali tecnologie cambia evidentemente lo scenario competitivo delle aziende che se ne appropriano e la Qualità 4.0 rappresenta di certo uno degli aspetti fondanti dell’approccio “Digital Manufacturing”.

In sintesi, non solo l’approccio Qualità 4.0 può essere un driver di velocità per i benefici che comporta. E’ tutto il movimento digitale collegato alle tecnologie Industry 4.0 che porterà con sé lo sviluppo delle moderne metodiche della Qualità in un circolo virtuoso che è destinato a fornire accelerazione lungo tutta la catena del valore.

Per informazioni scrivete a marketing@blulink.com

COPYRIGHT 2017 - BLULINK SRL - P.IVA 01432110359